Mattonelle Bagno: guida alla scelta di materiale e tipologia

0
4866
Mattonelle-Bagno

Mattonelle bagno: quale materiale è migliore contro l’umidità e come scegliere il giusto rivestimento? Quando si ristruttura casa o si deve arredare una nuova abitazione i dubbi sono molti e riguardano anche le mattonelle da mettere in bagno: spesso non si sa bene come comportarsi, quali scegliere, per quale design optare e via dicendo. La scelta non deve essere fatta alla leggera: le mattonelle bagno sono infatti importantissime e non solo dal punto di vista puramente estetico.

Scegliere il giusto rivestimento per questa stanza della casa è fondamentale per evitare di ritrovarsi con problemi di muffa sulle pareti: in bagno l’umidità raggiunge i massimi livelli e rischia di intaccare anche i muri se questi non sono protetti dalle giuste mattonelle. Oggi vi daremo qualche utile consiglio per scegliere le mattonelle bagno per la vostra abitazione: quali sono i materiali più adatti, che altezza scegliere e come orientarsi per un design moderno e funzionale.

Mattonelle Bagno: ceramica, gres o vetro?

Mattonelle-BagnoLe mattonelle del bagno si possono ormai trovare in diversi materiali, che in qualche modo risultano tutti idonei per questo tipo di stanza e per prevenire i problemi di umidità. Naturalmente però, scegliere delle piastrelle in ceramica piuttosto che in gres potrebbe fare la differenza sotto altri aspetti quindi vale sempre la pena considerare pro e contro di tutte le soluzioni.

Mattonelle in ceramica

Le mattonelle in ceramica sono quelle più classiche, utilizzate da sempre per rivestire le pareti del bagno e prevenire la formazione di umidità. Le piastrelle di ceramica sono molto resistenti, sia agli sbalzi di temperatura che all’usura e hanno anche il grande vantaggio di essere facilissime da pulire. Sono infatti rivestite con uno smalto impermeabile che non solo amplifica la loro capacità di isolamento ma le rende anche più belle ed igieniche.

Mattonelle in gres porcellanato

Le piastrelle in gres porcellanato sono molto impiegate negli ultimi anni, per tre motivi principali che costituiscono anche i loro vantaggi più grandi. In primis, il gres è un materiale molto resistente e perfetto anche per prevenire l’umidità: non ha nulla da invidiare alla ceramica da questo punto di vista. Dal punto di vista estetico, le mattonelle bagno in gres sono in grado di riprodurre qualsiasi materiale (marmo, pietra naturale, legno, ecc.) e infine hanno dei costi davvero economici e quindi molto vantaggiosi.

Mattonelle in vetro

Un altro materiale che può essere impiegato per il rivestimento del bagno è il vetro: le piastrelle in vetro sono più delicate ma bellissime da vedere, ideali per coloro che vogliono impreziosire la stanza in modo unico. Naturalmente, anche il prezzo tende a salire con queste soluzioni: tutto però dipende dalla tipologia estetica che si sceglie.

A che altezza collocare le mattonelle bagno?

Una volta scelto il materiale più adatto, bisogna decidere a che altezza collocare le piastrelle sulle pareti: le soluzioni sono diverse ma quella più moderna rischia di provocare problemi quindi è meglio considerare bene tutte le possibilità.

Piastrelle a tutta altezza

Un tempo si utilizzavano molto ma al giorno d’oggi sono un po’ superate dal punto di vista estetico: le piastrelle che salgono per tutta la parete fino al soffitto sono senza dubbio funzionali ma hanno qualche pecca. Prima tra tutte, l’estetica non proprio moderna e in secondo luogo la spesa da considerare, che sarà maggiore perchè sarà maggiore la superficie da rivestire.

Piastrelle fino ad una certa altezza

Molto più in voga è l’applicazione di mattonelle bagno fino ad una certa altezza, oltre la quale rimane la parete in muratura. Potete optare per la soluzione più popolare che arriva fino a 2 metri oppure per quella moderna che si limita ad un’altezza minima di 1,20 metri. In quest’ultimo caso il rischio di infiltrazioni di umidità è maggiore quindi non si tratta di una scelta da fare a cuor leggero!

Ti potrebbe interessare anche…