Vasi da esterno: come sceglierli per arredare il giardino

0
232

I vasi da esterno sono un accessorio molto comune nell’arredo di giardini e aiuole; essi abbinano una funzione meramente pratica ad una di carattere estetico, in quanto possono contribuire anche ad abbellire lo spazio in cui vengono collocati. Anche per questo, in commercio ormai è possibile reperire una vasta gamma di vasi e fioriere, diversi non solo per forma e dimensioni ma anche per lo stile: sfogliando il catalogo di un e-commerce specializzato come mygreenhelp.com è possibile farsi un’idea di quali e quante siano le soluzioni disponibili per chi vuole integrare i vasi da esterno nell’arredo del proprio giardino. La scelta, però, deve essere fatta in base a diversi fattori: in questo articolo, vediamo come individuare il tipo di vaso più adatto alle proprie esigenze.

I vari tipi di vasi

La categoria dei vasi da giardino include un’ampia selezione di articoli, che si caratterizzano per forma, dimensioni, materiali e possibilità di utilizzo:

  • Fioriere in plastica: sono vasi di forma rettangolare, in materiale plastico; rappresentano un’ottima soluzione a basso costo e sono molto pratiche, in quanto leggere da spostare per rinvasi o altri interventi; ne esistono anche varianti in cemento o in legno;
  • Fioriere in terracotta; identiche a quelle in plastica ma più pesanti e, generalmente, decorate con motivi geometrici o naturali;
  • vasi in plastica, terracotta o ceramica; recipienti dalle dimensioni più contenute rispetto alle fioriere, si usano quando bisogna mettere a dimora un solo arbusto o una singola pianta (specie se giovani);
  • vasi e fioriere con riserva d’acqua;
  • portavasi per balconi; supporti in plastica o metallo per vasi e fioriere da collocare lungo le ringhiere di terrazzi e balconi. Hanno dimensioni contenute e sono indicati soprattutto per particolari varietà floreali;
  • fioriere e cestini porta vaso sospesi;
  • coppe portafiori in metallo o terracotta.

I fattori da considerare

Quando si sceglie un vaso da esterno, è necessario tenere in considerazione i seguenti fattori:

  • il tipo di pianta, arbusto o fiore: molte possono essere piantate in vaso ma alcune, raggiunto un determinato stadio di sviluppo, hanno bisogno di essere messe a dimora nel terreno;
  • lo spazio a disposizione; vasi e fioriere consentono di sfruttare anche spazi ridotti o di allestire punti verdi laddove non c’è terreno (balconi, terrazzi, verande, scale). In tal caso, è bene cercare di scegliere un accessorio di dimensioni adeguate, proporzionato al resto dell’arredo e delle superfici disponibili;
  • la praticità; non tutti gli accessori hanno la stessa ‘usabilità’. Le grandi fioriere in terracotta o in cemento sono molto pesanti e, per questo, costituiscono un elemento ‘fisso’ dell’arredo del giardino, mentre fioriere e vasi in plastica possono essere spostati con più facilità;
  • lo stile dell’arredo: vasi, coppe e fioriere vanno scelti anche in base allo stile scelto per arredare il giardino, cercando di creare un insieme gradevole e armonico.

 

Alcuni consigli utili

Tenendo conto quanto sottolineato fin qui, scegliere i vasi da esterno per il proprio giardino potrà risultare certamente più semplice. In aggiunta, val bene tenere in conto anche una serie di consigli che possono risultare utili.

 

Le fioriere in terracotta, ad esempio, si adattano maggiormente a giardini – e contesti – di tipo rustico, country o arredati in stile ‘provenzale’. Lo stesso dicasi per le fioriere in legno e le coppe in terracotta anche se, per quanto riguarda queste ultime, a seconda del tipo di fregio, possono essere collocate anche all’interno di giardini dal gusto retrò o barocco.

 

I portavaso sospesi (specie se in ferro battuto decorato) contribuiscono a rendere il giardino, la veranda o il patio particolarmente eleganti, creando un’atmosfera vagamente retrò. Le fioriere in plastica o in cemento, invece, si adattano maggiormente ai giardini arredati con gusto moderno e minimalista.