Ortensia: come coltivare la pianta sul balcone o in giardino

0
5333
Ortensia

L’ortensia è una pianta molto amata, che produce dei meravigliosi fiori di un colore intenso: per questo motivo viene spesso scelta per abbellire giardini e balconi, anche perchè bisogna riconoscere che la sua coltivazione non è particolarmente difficile. L’aspetto più curioso dell’ortensia riguarda il colore dei suoi fiori: questo infatti varia a seconda delle caratteristiche del terreno e in particolare del suo grado di acidità (ph).  

L’ortensia si può coltivare senza problemi sia nel giardino di casa e quindi in terra piena che in vaso sul balcone: l’importante è sapere dove collocarla e quanto irrigarla per farla crescere rigogliosa con fioriture abbondanti.

Il colore dei fiori e il ph del terreno

OrtensiaCome abbiamo appena accennato, l’ortensia produce dei meravigliosi fiori che formano delle specie di palle: bellissimi da vedere, rendono il balcone o il giardino davvero stupendo. Tuttavia, se volete coltivare la vostra ortensia con cognizione di causa, dovete sapere che il colore dei suoi fiori dipende dall’acidità del terreno e quindi dal suo ph. Specialmente per la coltivazione in vaso, questo elemento potrebbe essere importante perchè vi basterà scegliere un tipo di terriccio piuttosto che un altro per ottenere colorazioni differenti (rosa o blu). 

Se volete che la vostra ortensia produca dei fiori rosa, dovrete scegliere un terriccio alcalino, con ph superiore a 6. Al contrario, se preferite le tonalità del blu e dell’azzurro vi basterà trapiantare la pianta in un terreno acido, con ph inferiore a 6. Un piccolo trucchetto per mantenere il terreno acido è quello di aggiungere dei fondi di caffè: provate, vedrete che funzionerà!

Come coltivare l’ortensia in giardino

La coltivazione dell’ortensia, una volta che avete capito come rendere il terreno adatto a questa pianta, non è per nulla complicata. Preoccupatevi di piantarla in una zona del giardino piuttosto profonda perchè sviluppa delle radici che vanno in profondità, ma l’aspetto più importante è l’esposizione.

L’ortensia soffre moltissimo la luce diretta del sole: dovete quindi posizionarla in una zona ombreggiata perchè altrimenti rischiate che muoia o che non produca alcun fiore. L’ideale è posizionala all’ombra di un albero, ma sufficientemente distanziata dalle sue radici.

Per quanto riguarda l’irrigazione, l’acqua migliore da utilizzare sarebbe quella piovana perchè quella del rubinetto rischia di essere eccessivamente calcarea e di turbare lo stato di salute della pianta. Tuttavia, potete utilizzare anche l’acqua del rubinetto e non dovreste avere troppi problemi: se vedete che la vostra ortensia soffre sapete però che potrebbe essere per colpa dell’irrigazione!

Come coltivare l’ortensia in vaso

OrtensiaSe volete coltivare le vostre ortensie in vaso, le indicazioni da seguire sono le stesse che per la coltivazione in terra piena ma dovrete prestare qualche attenzione ed accortezza in più. Come abbiamo visto ormai più volte, le piante soffrono moltissimo i ristagni d’acqua e per l’ortensia il discorso non cambia: state quindi attenti e svuotate il sottovaso regolarmente se vedete che si viene a creare dell’acqua stagnante! Per quanto riguarda l’irrigazione, in vaso dovrete prestare maggiori attenzioni perchè l’ortensia necessita di molta acqua: annaffiatela due volte al giorno (una al mattino e una la sera) aumentando le quantità quando le temperature sono molto alte.

Ti potrebbe interessare anche…