Trattorino tagliaerba: cos’è e a cosa serve

0
143

Il trattorino tagliaerba è uno strumento da giardinaggio molto diffuso e molto utilizzato da chiunque possegga un grande giardino. Si tratta di un apparecchio estremamente utile e che offre a chi ne usufruisce di tagliare il proprio prato alla perfezione e senza fare fatica.

Il trattorino tagliaerba consente infatti di tagliare e perfezionare prati molto vasti rimanendo comodamente seduti per tutto il tempo. Stiamo parlando di uno strumento in grado di offrire una performance di alta qualità e un risultato preciso e professionale, difficile da ottenere invece con strumenti più economici, come per esempio i robot tagliaerba. Questi ultimi, seppure molto utili per chi possiede giardini di piccole dimensioni, non sono adatti a tagliare l’erba di un prato molto grande. Inoltre, il risultato ottenuto utilizzando in trattorino tagliaerba è quello di un prato tagliato da un vero professionista del settore.

Se sei alla ricerca di un nuovo trattorino tagliaerba sei nel posto giusto, nei prossimi paragrafi ti spiegheremo come scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Com’è fatto un trattorino tagliaerba?

I modelli di ultima generazione sono stati costruiti con un apposito contenitore di raccolta montato sulla parte posteriore dello strumento, che consente di raccogliere al suo interno una grande quantità di erba senza lasciare antiestetici residui in giro per il prato. In questo modo, una volta terminata la rasatura, non sarà necessario setacciare il giardino alla ricerca di erba residua. Basterà infatti svuotare il cestello di raccolta e il gioco sarà fatto.

Inoltre, perché un tagliaerba offra delle buone prestazioni, è necessario che sia dotato di un motore potente che andrà a influire sulle marce e sulla velocità di rotazione delle lame. I modelli professionali attualmente in commercio possono superare i 20 cavalli di potenza. Ovviamente, più potente sarà il motore, meno tempo ci vorrà per tagliare prati di grandi dimensioni. Questo potrà essere a benzina, elettrico oppure a batteria. Sebbene i primi modelli siano sicuramente i più potenti in commercio, potrai sceglierne uno meno performante in base alle dimensioni del tuo giardino e alle tue esigenze.

Un altro componente fondamentale per il funzionamento del tagliaerba è la lama rotante, installata nella parte inferiore dello strumento. La tipologia e le dimensioni del taglio potranno variare a seconda del modello acquistato, tenendo sempre conto del fatto che l’ampiezza massima consentita è di un metro. Per quanto riguarda invece l’altezza della lama, questa può essere regolata in base ai gusti e alle necessità di chi utilizza il tagliaerba. Una lama più alta lascia l’erba più lunga e viceversa.

Altri componenti importanti della struttura di un trattorino tagliaerba sono il volante e il sedile, entrambi in grado di rendere più semplice e piacevole la rasatura del prato. Per esempio, prediligendo un modello dotato di sedile imbottito si avrà un maggior comfort durante la guida. Allo stesso tempo, un sedile regolabile può rendere il trattorino ancora più comodo.

Infine, la leva del cambio, l’acceleratore e le ruote sono gli ultimi elementi che compongono i trattorini tagliaerba. L’acceleratore consente ovviamente di regolare la velocità del mezzo in base alle preferenze. I modelli di alta qualità presentano invece delle ruote speciali studiate per non lasciare segni sull’erba.

Trattorino tagliaerba: come scegliere il migliore

Come già accennato, sul mercato è possibile trovare una moltitudine di modelli che si distinguono l’uno dall’altro per caratteristiche come la potenza, la possibilità di regolare l’altezza delle lame, la presenza di un sedile imbottito e tanto altro.

Il primo fattore da tenere in considerazione al momento dell’acquisto di un nuovo trattorino tagliaerba è quello delle dimensioni del proprio giardino. I modelli più potenti sono ovviamente più adatti a coprire superfici più ampie. Allo stesso tempo, chi possiede un prato di piccole dimensioni non avrà la necessità di acquistare un modello con sedile imbottito poiché non dovrà trascorrere diverse ore sullo strumento.