Tipologie e caratteristiche delle tende da sole

0
93

Non appena le giornate tornano ad allungarsi inizia anche il conto alla rovescia alla bella stagione. Riappropriarsi lentamente dei propri spazi esterni è un must assoluto e – al momento giusto – ogni cosa deve essere al suo posto. Ci sono alcuni accessori che sono strettamente connessi al benessere nella zona outdoor della casa: stiamo parlando delle tende da sole.

Se un tempo erano considerate un orpello di poco conto e la loro manutenzione sembrava quasi un optional, oggi le cose sono molto cambiate. Prova ne sia la grande quantità di tipologie che si trovano in commercio, diverse per forme e colori ma anche per prestazioni, funzionalità e sistemi di chiusura. Al centro di tutto ci sono alcuni concetti chiave, che è necessario tenere in considerazione al momento della scelta. Si tratta di:

  • design,
  • estetica,
  • praticità,
  • capacità di schermare.

Le tende da sole rappresentano un complemento d’arredo di grande rilevanza: sono infatti protagoniste assolute della scena abitativa per molti mesi nel corso dell’anno.

Ci sono soluzioni in grado di fornire migliori prestazioni in rapporto a specifici ambienti, ecco perché prima di effettuare una scelta di campo definitiva è opportuno fare una valutazione attenta. L’intervento di un professionista sia per l’installazione che per la manutenzione di tali accessori è essenziale se si vogliono evitare malfunzionamenti e, in generale, brutte sorprese.

Tende da sole a scorrimento e a caduta

Tra le soluzioni più diffuse per una perfetta schermatura di terrazze, giardini e aree relax bisogna indicare in primis le tende da sole a scorrimento orizzontale. Sono realizzate per offrire una perfetta protezione con qualsiasi condizione meteo (sole, pioggia o vento) e possono essere montate su strutture fisse, per esempio in legno, così da essere utilizzabili in tutte le stagioni.

Tende da sole semplici e adatte a balconi, porticati e finestre – per questo ad amplissima diffusione – sono poi quelle cosiddette ‘a caduta’. Possiedono dei bracci che consentono di gestire al meglio l’ingresso della luce del sole e sono poste a filo della facciata di casa. La loro funzione è anche decorativa, ragion per cui è possibile spaziare con la fantasia in relazione alla copertura. Specie nei contesti condominiali, schermano dagli sguardi indiscreti poiché sono in grado di offrire protezione sia lateralmente che frontalmente. Si chiudono velocemente in caso di un peggioramento del tempo.

Tende motorizzate e altre tipologie di copertura

Le nostre case fanno sempre più ricorso alla domotica e accessori come le tende da sole non fanno eccezione restando al di fuori di questa rivoluzione. Ecco che infatti prendono sempre più piede i modelli motorizzati, facilmente azionabili e gestibili direttamente con un telecomando e da remoto via smartphone. Anche quando si è fuori casa, in modo da orientare le tende per predisporre la temperatura dell’ambiente al proprio rientro.

Ci sono infine le tende cosiddette ‘ad attico’ che sono pensate per schermare superfici molto ampie (specie in giardini o terrazze molto grandi), le tende a cappottina dalla caratteristica forma bombata che si usano per schermare vetrine dei negozi e finestrature di appartamenti e le tende a capanno, dove sono presenti due supporti che reggono i tendaggi anche dal lato più distante dal muro.