Pulire la casa senza faticare risparmiando tempo prezioso

0
76

Gli ambienti domestici, per quanto accoglienti, rischiano di trasformarsi in un vero ricettacolo di acari, batteri, muffe, spore, virus, e di una serie di agenti igienizzanti. Questo avviene a causa di una pulizia non ottimale. Una minaccia soprattutto per le persone più anziane, e dei bambini. Sapere come pulire a fondo la casa consente di vivere in un ambiente sano e profumato, idoneo ad ospitare gli amici e i parenti più cari.

Via alle pulizie: ordine e ricambio d’aria

Se è sicuramente importante arredare la casa con gusto, la pulizia degli ambienti non può essere certo trascurata. In tale ambito, la prima operazione da compiere consiste nel riordinare le stanze. Rimuovere capi d’abbigliamento abbandonati sulle sedie, o sul letto, trasferendoli in cassetti o armadi, e riporre giornali, fumetti e riviste, consentirà di dedicarsi alla pulizia vera e propria senza alcun intralcio, velocizzando le operazioni. Un’ottima abitudine è quella di aprire le finestre di prima mattina, lasciando entrare la luce del sole e assicurando un adeguato ricambio d’aria. Sono sufficienti pochi minuti per vedersi ridurre gli acari. Nei mesi invernali, prima di spalancare le finestre ricordarsi di spegnere i termosifoni, limitando così il consumo di energia elettrica.

Sanificazione del bagno

La stanza da bagno dovrebbe essere perfettamente igienizzata. Anche se pulizia e ordine non potranno rivaleggiare i risultati ottenuti con gli interventi di sanificazione industriali, adottando i metodi giusti saranno comunque soddisfacenti. Un buon detergente, ad esempio, saprà agire con efficacia sui sanitari. Chi lo desidera potrà optare per un disinfettante fai da te a base di aceto. Qualsiasi sia la scelta, spruzzare abbondantemente il detergente sulle superfici di:

  • lavandino
  • doccia
  • vasca
  • water
  • bidet

Se il tran tran quotidiano lascia tempo sufficiente meglio detergere i sanitari una volta al giorno, soprattutto nelle case in cui risiedono famiglie numerose. Le superfici risulteranno perfettamente pulite, e la rubinetteria non perderà un briciolo di brillantezza. Un WC piuttosto vecchio trarrà giovamento da un piccolo “trucco”. In cosa consiste? Nel versare poca candeggina pura nel vaso prima di andare a letto, lasciando che agisca per una notte intera senza tirare lo sciacquone. Questo eviterà alla superficie interna del water di ingiallirsi con il passare del tempo.

Consigli per una cucina in perfetto ordine

La cucina, negli anni, si è trasformata da semplice angolo adibito alla preparazione dei pasti, ad ambiente in cui trascorrere del tempo, anche in compagnia di amici. Soluzioni esteticamente piacevoli come le cucine con isola sono lì a dimostrarlo. Un piumino per la polvere o, in alternativa, un panno morbido, rappresentano l’opzione più indicata per eliminare la polvere da mobili, mensole e superfici in genere. L’operazione dovrà essere effettuata, ovviamente, dopo aver rimosso soprammobili ed eventuali suppellettili. Su piantane, lampadine e materiali come l’alluminio è sufficiente utilizzare spray universali. Ne esistono di diverse tipologie e, in molti casi, sono indicati anche per le superfici più delicate. Per rimuovere la polvere da pavimenti, poltrone e divani ricorrere a un aspirapolvere. Su lavandino e piano cottura usare detergenti appositi. Occorrerebbe pulire con cadenza settimanale, a rotazione, gli elettrodomestici presenti in cucina. Per quanto concerne la parte interna degli armadietti servirsi di un igienizzante e di un panno in microfibra leggermente bagnato con acqua calda. Quando è presente cibo all’interno, in particolare farine, pasta o riso, e si desidera evitare che si formino le tipiche farfalline note come camole, mettere delle foglie di alloro lavate e asciugate nei barattoli o nei sacchetti. Oltre a dimostrarsi efficaci nei confronti degli insetti, regaleranno un dolce profumo alla dispensa. Altrettanto importante è la pulizia, e l’ordine, del lavello. Una buona idea? Riporre spugne, detergenti e pastiglie per la lavastoviglie in una scatola. Esistono anche diversi metodi naturali in grado di assicurare una pulizia profonda. Se in cucina sono presenti ante in vetro, pulirle evitando sostanze abrasive e pagliette metalliche. La stessa attenzione dovrebbe riguardare quelle in acciaio e laminato. Acciaio, alluminio e legno temono anche acetone, ammoniaca e alcool.

Molte persone, prima di iniziare a pulire, si pongono l’obiettivo quello di massimizzare i risultati adottando tecniche che consentano loro di guadagnare tempo. Risiedere in una casa pulita e profumata è molto piacevole, ma il fatto di temere di non avere minuti sufficienti porta, spesse volte, a sprecare il tempo disponibile. Organizzarsi al meglio, come suggerito nelle precedenti righe, è il primo passo per far brillare gli ambienti senza innervosirsi inutilmente.