Porte scorrevoli: quando installarle, come sceglierle, a cosa fare attenzione

0
31

Le porte scorrevoli sono una soluzione che mixa alla perfezione resa estetica con funzionalità e praticità: qui di seguito proveremo ad approfondire in che modo lo fanno e scopriremo quali sono i principali consigli degli addetti ai lavori per scegliere al meglio in ogni occasione.

Guida essenziale alla scelta delle porte scorrevoli

Partiamo dall’inizio: quando conviene scegliere una porta scorrevole al posto di una più tradizionale porta battente? Quando si ha bisogno di risparmiare spazio è la risposta a cui è più immediato pensare ed è quello che succede spesso in appartamenti e monolocali o quando si siano ricavate stanze, come bagni di servizio o piccoli ripostigli, in più rispetto al progetto originale. In condizioni come queste potrebbe essere particolarmente difficile ricavare anche il raggio d’apertura necessario per installare una porta a battente e farlo senza togliere spazio a mobili e altri complementi d’arredo o intralciare i movimenti. Una porta scorrevole ottimizza lo spazio a disposizione, soprattutto se è a incasso, e lo fa senza rinunciare al fattore estetico. Oggi, soprattutto se realizzate in vetro o in legno, le porte scorrevoli sono infatti veri e propri oggetti di design e c’è chi li sceglie non tanto per praticità – o per necessità – quanto per gusto. Le porte scorrevoli sono, per esempio, la scelta più comune quando si voglia separare al bisogno e rendere un unico ambiente in altri momenti due stanze come cucina e soggiorno o camera da letto e cabina armadio per esempio o due zone diverse della stessa area living.

Quanto detto fin qua basta a capire perché se la domanda è come scegliere una porta scorrevole? o qual è la porta scorrevole migliore?, la risposta non può che essere: dipende. Dalle proprie esigenze innanzitutto: una porta scorrevole a incasso è, infatti, certamente quella che meglio interpreta il ruolo di “salvaspazio” ma la sua installazione richiede piccoli lavori edilizi che non sempre possono essere realizzati per motivi di budget o per il passaggio nei muri destinati di impianti e cavi per esempio. In molte occasioni si potrebbe essere quasi costretti così a optare per delle porte scorrevoli a muro e quella tra una porta scorrevole esterna a battente, con mantovana, con mantovana incassata al soffitto, eccetera potrebbe rappresentare di fatto l’unica scelta estetica che ci si possa concedere, oltre che essere dettata anch’essa da specifiche esigenze legate a come e dove installare il binario.

Non mancano del resto, oltre a funzionalità e resa estetica, altri dettagli da non trascurare e che possono fare davvero la differenza nella scelta della migliore porta scorrevole, quella più adatta a ogni esigenza abitativa. Sono dettagli come un binario estraibile, per esempio, che nel caso di una porta scorrevole a incasso è la soluzione che rende più facile la manutenzione e non obbliga nuovamente a lavori invasivi nel caso in cui si scelga di sostituire la porta. Anche maniglie e sistemi di apertura è importante che risultino perfettamente funzionali, mentre si adattano al meglio al design della porta e al resto dell’ambiente. Altre considerazioni importanti da fare riguardano l’effettiva capacità isolante di una porta scorrevole (da luce, rumori, eccetera) che, va detto, è limitata rispetto a quella di una tradizionale porta battente.

Scopri una selezione di porte scorrevoli qui: https://www.garofoli.com/it/prodotti/porte/porte-scorrevoli/