Porte in legno per interni: una veloce guida alla scelya

0
6747
Porte-in-legno

Le porte in legno per interni sono la soluzione ideale se volete dare alla vostra nuova casa un tocco raffinato ed elegante ma che sia, nonostante questo, senza tempo e adatto a qualsiasi stile d’arredamento. Più di ogni altro materiale, infatti, il legno è versatile e rende bene tanto in una casa classica o dalle finiture un po’ vintage, quanto negli spazi più moderni e alla moda. Senza contare che se optate per il legno avrete una più vasta possibilità di scelta quanto a modello, colore, dettagli e tipo di impianto.

Come scegliere le porte in legno per interni

Ci sono, infatti, molti fattori da prendere in considerazione quando si scelgono delle nuove porte interne: gli spazi che si hanno a disposizione, le eventuali necessità particolari dettate dalla struttura in muratura, la natura delle stanze che andranno a separare, per esempio. È indispensabile, perciò, decidere innanzitutto che tipo di porte in legno per interni si stanno cercando e considerare che, oltre a quelle di misura e conformazione standard che si trovano facilmente in commercio, è possibile farsene realizzare su misura, a seconda delle proprie esigenze.

In particolare, si potrà scegliere tra

  • porte in legno per interni a battente: sono le classiche porte con maniglia e serratura (meccanica o magnetica che sia) oggi disponibili anche nella versione con cerniere a scomparsa;
  • porte scorrevoli interne o esterne: nel primo caso, di gran lunga la soluzione più adottata oggi, il telaio è a scomparsa; nel secondo caso, invece, il binario su cui scorre il pannello è a vista, per questo potrebbe risultare meno gradevole esteticamente ma più pratico se si ha meno spazio a disposizione, per esempio.
    Porte-in-legno-portone
  • Porte raso muro: non hanno stipiti e l’intelaiatura è un tutt’uno con l’apertura in muratura, in questo modo l’elemento porta sta sullo stesso livello del resto della parete (può essere dipinta persino con lo stesso colore o realizzata nello stesso materiale) e si integra completamente nello spazio abitativo.
  • Porte a libro o modulari: è una scelta limite, praticata per lo più quando ci sono limiti di spazio. L’apertura è, come suggerisce il nome, parziale.

Una volta deciso che tipo di porte in legno per interni si desiderano, non rimane che scegliere tra porte in legno massello, completamente realizzate in legno e generalmente più resistenti e durevoli, o porte tamburate che hanno un telaio in massello ma sono poi riempite con materiale a struttura alveolare e risultano più leggere ed economiche. È inutile sottolineare, infatti, che la spesa da sostenere per porte interne con queste caratteristiche può variare anche notevolmente: dipende dalla qualità del legno utilizzato, dal tipo di lavorazione a cui è stato sottoposto e, come si è già accennato, da se si tratta di prodotti commerciali o fatti su misura. Per delle buone porte in legno per interni, insomma, si può spendere dai 400-450 euro in su. Spesa che, però, verrà ripagata nel tempo e nella buona resa, anche estetica, dell’elemento.

SHARE