Porta bloccata: come aprirla senza danneggiarla?

0
42

Alcune giornate sembrano non finire mai, in quanto si deve fare i conti con una serie infinita di imprevisti, come la porta bloccata. Capita, infatti, di arrivare a casa dopo una giornata di lavoro e di dover immediatamente uscire per far fronte ad un impegno urgente, ma di non riuscire ad aprire.

Ciò provoca di certo molta agitazione, in quanto non si sa bene cosa fare e come intervenire in maniera efficace. Molte persone pensano di risolvere il problema armeggiando con arnesi improvvisati, come chiavi, forcine, fili di ferro o cacciaviti, in realtà il rischio è di aggravare la situazione e di arrecare danno alla porta. Dunque, come fare? La cosa migliore è ricercare il pronto intervento di un fabbro esperto.

Del resto, per agire velocemente e in modo performante, è necessario avere a disposizione gli attrezzi giusti, ma anche una certa esperienza. I fatti, in queste situazioni anche chi dispone di un’elevata manualità non riesce a mantenere la calma e ad agire per il meglio. Ma come fare a riconoscere un professionista da un fabbro improvvisato? Scopriamolo insieme.

Fabbri affidabili: come riconoscerli?

Di norma, quando la porta di casa non vuole aprirsi e si ha una certa fretta, la maggior parte delle persone, dopo aver tentato interventi rocamboleschi con mezzi di fortuna, decide di chiamare amici e parenti, nella speranza di trovare qualcuno in grado di risolvere il problema. Tuttavia, richiedere l’aiuto di un non esperto non è mai la scelta migliore, poiché si corre il rischio di trasformare una situazione facilmente risolvibile in un vero e proprio dramma.

Infatti, spesso vengono generati danni alla porta, che poi devono essere prontamente ripagati, in quanto si tratta di uno degli elementi della casa più importanti, che non può essere lasciato danneggiato. Il rischio, infatti, è di favorire l’accesso di intrusi e malintenzionati. Dunque, oltre al danno anche la beffa. Richiedere l’intervento di un esperto, quindi, in questi casi è d’obbligo.

Ma come riconoscere la persona giusta? Di solito, basta guadare le ditte o i fabbri che assicurano un pronto intervento 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Del resto, non è possibile sapere quando la porta o la serratura di casa decideranno di non funzionare più. Inoltre, è fondamentale ricercare l’esperienza e la professionalità, che sono data dall’utilizzo di attrezzi appropriati e dalla richiesta di un prezzo adeguato.

Perché è meglio evitare il fai da te?

Ma è veramente inutile e dannoso cercare di aprire la porta di casa da soli o con l’aiuto di un amico o di un parente? Assolutamente sì. Il motivo è presto detto, perché il rischio di farsi male è elevato. Infatti, quando non si sa come agire è facile effettuare movimenti sbagliati, che possono portare a lesioni, anche piuttosto gravi. Ciò è possibile anche quando si hanno a disposizione attrezzi potenzialmente utili, poiché non si sa come maneggiarli correttamente.

L’esperienza, quindi, in questi casi fa veramente la differenza, non solo per preservare la propria salute, ma anche per agire rapidamente e senza causare danni alla porta, come scheggiature o vere e proprie rotture. Il rischio concreto, infatti, del fai da te è di dover sborsare una somma di denaro più elevata di quella necessaria per la semplice chiamata di un professionista.



Loading...
SHARE