Luce e gas: aumenti in vista sulle bollette nel 2022

0
83

Grazie agli interventi del Governo, in Italia l’ormai famoso aumento del prezzo di luce e gas previsto dal 1° ottobre 2021 si è avvertito in misura decisamente meno pesante del previsto. Intendiamoci: i costi sono aumentati per le famiglie, ma secondo le stime gli incrementi per il momento si sono assestati intorno al 30% per quanto riguarda l’energia elettrica e al 14,4% per quanto riguarda invece il gas. Le previsioni erano decisamente peggiori, perché i prezzi delle materie prime sono schizzati alle stelle nell’ultimo periodo e gli aumenti potevano raggiungere rispettivamente il 45% ed il 30%. A contenere la situazione, in terzo trimestre conclusivo del 2021, è stato l’intervento del Governo che però potrebbe venire meno nel nuovo anno e ciò significa che con il 2022 un ulteriore aumento dei prezzi è quasi inevitabile.

Nuovi aumenti in bolletta per gli italiani dal 2022

Attualmente sembra che gli italiani dovranno iniziare a rassegnarsi. Con il nuovo anno le bollette di luce e gas potrebbero salire ancora e questo sarà un bel problema per molte famiglie. È vero che il Governo ha cercato di rassicurare da tale punto di vista, ma è altrettanto vero che secondo gli esperti sarà veramente difficile contenere ulteriormente i rincari. Nel 2022 gli italiani saranno insomma costretti a cercare di volta in volta le migliori offerte luce del mese, perché sostanzialmente rimane questo il modo migliore per risparmiare e contenere le spese. Il prezzo delle materie prime non scenderà infatti nel nuovo anno e l’unica speranza è quella dell’azzeramento degli oneri generali di sistema, che il Governo potrebbe prorogare.

L’intervento del Governo negli ultimi mesi del 2021

Dal 1° ottobre 2021 erano previsti dei rincari alle stelle per quanto riguarda le bollette di luce e gas, che come abbiamo accennato avrebbero potuto raggiungere percentuali davvero esagerate, insostenibili per gli italiani. Il decreto legge n.130 del 27 settembre 2021 ha però consentito di stanziare più di 3 miliardi di euro proprio per il contenimento di tali spese. Come ha chiarito l’ARERA, ossia l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, nell’ultimo trimestre del 2021 abbiamo assistito ad un aumento delle bollette di luce e gas nettamente inferiore rispetto a quello previsto. Il merito è tutto dell’intervento da parte del Governo, che di fatto ha azzerato gli oneri generali di sistema.

Bollette luce e gas: cosa accadrà nel 2022

I fondi stanziati dal Governo potrebbero non essere sufficienti per mantenere le bollette ai livelli attuali e certamente non lo saranno per fare fronte ai nuovi rincari di luce e gas previsti ad inizio 2022. È questa la maggiore preoccupazione degli esperti, che nonostante le rassicurazioni da parte del Presidente del Consiglio Mario Draghi temono brutte sorprese nei primi mesi del nuovo anno. Per il momento, il Governo dovrebbe stanziare altri 2 miliardi di euro per abbattere gli oneri di sistema e rendere dunque più sostenibili le bollette per le famiglie. Questi però potrebbero non bastare: occorre un piano sul lungo periodo, in quanto il costo delle materie prime potrebbe continuare a salire fino al 2023.