Giardino: le casette in legno si confermano un evergreen

0
60

Le casette in legno sono un complemento del giardino che arreda e al contempo offre uno spazio utile in cui riporre attrezzature oppure soggiornare. La struttura ecosostenibile e la robustezza dei materiali possono davvero fare la differenza tra un modello di prefabbricato e l’altro, oltre ovviamente alle dimensioni stesse.

A seconda dell’ampiezza e del tipo di costruzione esse si possono prestare a differenti scopi. Ne esistono di diversi modelli che è possibile acquistare direttamente online su e-commerce specializzati come, per esempio, Caleba.it che propone un’ampia selezione di casette in legno da giardino progettate e realizzate per rispondere a numerose esigenze.

Come usare e posizionare una casetta in legno

Una casetta in legno che debba essere usata quale ripostiglio per attrezzature o altro, può anche presentarsi di dimensioni ridotte, intorno ai 10/15 metri quadri.

Tuttavia, delle casette in legno con metratura più grande e rifinite da piccoli portici sono dei rifugi familiari accoglienti per una serata speciale e, laddove lo si desideri, rappresentare un curato bed and breakfast dove ospitare qualcuno.

Quello che è certo è che in presenza di un giardino molto spazioso si può osare anche con casette in legno oltre i 40 metri quadri e più ambienti inclusi, magari destinando parte del terreno ad accogliere il basamento coprendo la parte erbosa. Va da sé, invece, che in contesti più ridotti il capanno risulterà meno invasivo, anche per una mera questione visiva, ma non per questo meno gradevole alla vista. Anche nelle casette per gli attrezzi più piccole, infatti, si ritrovano tettoie spioventi, porte a vetri o scorrevoli e finestre alle pareti, onde conferire comfort in ogni occasione.

Lo spessore delle pareti stesse sarà proporzionale alla sua grandezza e quindi all’utilizzo: laddove vi siano più ambienti incluso quello notturno, esso dovrà superare i 40 centimetri per una migliore coibentazione in ogni stagione, mentre tornerà a essere più sottile per usi meno frequenti.

Caratteristiche delle migliori casette in legno

Il legno da cui provengono le migliori casette da giardino è certificato e bilancia l’esigenza di impiegare un materiale robusto e altamente green a quella di risultare sostenibile. Questo considerando anche che i legni più pregiati e lavorati secondo determinati canoni possono risultare resistenti nel tempo e mantenere caratteristiche organolettiche in grado di garantire temperature adeguate e coibentazione sia in inverno che in estate.

I tetti migliori, oltre che risultare belli alla vista, possono essere ricoperti con tegole bituminose che consentano un’adeguata ventilazione: le travi e la fibra di legno posizionate nel modo più idoneo sono una barriera importante per l’umidità e le intemperie.

Ovviamente, esso sarà rigorosamente spiovente specie nelle versioni più grandi per impedire accumuli di acqua o di neve. Laddove invece il tetto sia più lineare, vi è la possibilità dell’inserto di una guaina adesiva in bitume a renderlo elastico ma resistente all’umidità.

Il pavimento è a sua volta rifinito e coibentato per ottenere resistenza sia al calpestio che al posizionamento di eventuale mobilia. Inoltre, vi sono personalizzazioni da poter apportare sia a livello di infissi che della stessa struttura. Si possono inserire doppi vetri alle finestre o serrature alla porta.

Se necessario, in una casetta in legno da giardino si possono destinare anche delle grondaie per lo scolo di pioggia, realizzate prevalentemente in PVC o in lamiera zincata. I trattamenti esterni per il legno permettono anche di garantire una longevità maggiore al materiale, impedendogli di sfaldarsi con il tempo o di deformarsi. Lo stesso può avvenire all’interno della casa.

A livello visivo, le pareti esterne si possono dipingere di varie colorazioni, oltre a lasciarle del colore classico del legno grezzo. Rosso, blu, grigio e bianco sono le tonalità più gettonate che possono accordarsi con l’ambiente esterno e con l’abitazione principale.