Cucine professionali: tutto quello che c’è da sapere

0
5948
cucine-professionali

Sempre più persone decidono di acquistare cucine professionali per le loro abitazioni. Sono scelte per l’ambiente domestico, perché l’interesse dei privati verso l’arte culinaria è in grande crescita e in molti desiderano avere all’interno della propria casa i migliori piani da lavoro.

Le cucine professionali restano comunque appannaggio dei veri cuochi. Un cuoco amatoriale infatti, può tranquillamente puntare a una semi-professionale. In una casa infatti, non ci saranno mai i presupposti per dover utilizzare pienamente questo tipo di cucine. Uno chef invece, è sottoposto a continui stress, a ritmi elevati, spesso anche pericoli. Ha bisogno quindi di una cucina studiata appositamente per il ruolo che ricopre, in modo tale che si trovi facilitato per quanto possibile il lavoro, e possieda tutti i mezzi necessari per poter svolgere il proprio lavoro in relativa tranquillità.

Quali sono le caratteristiche di una cucina professionale, in definitiva?

Prima di tutto deve sopportare pesanti carichi di lavoro. Servono quindi superfici molto simili a quelli industriali. Un materiale particolarmente adatto è l’acciaio inossidabile. E’ robusto, sopporta pesanti carichi, è facile da pulire e da igienizzare. Senza contare poi che è resistente alla ruggine e all’usura. Il prezzo di acquisto di una cucina in acciaio inox è ovviamente piuttosto elevato, ma comunque tante persone lo scelgono anche per l’ambiente domestico proprio per le qualità appena viste.

Lo svantaggio è che per essere mantenuto lucido, occorre pulirlo con speciali prodotti, molto spesso e in modo energico. Un altro materiale piuttosto apprezzato è il vetro. Spesso viene utilizzato per le mensole e i frigoriferi. I pavimenti di una cucina professionale possono essere rivestiti in ceramica o linoleum. La cosa importante è che sia sobrio e ovviamente facile da pulire.

Una cucina professionale è di facile manutenzione, è strutturata per non fornire distrazioni visibili. Tutto deve essere disposto in modo efficiente e per questo servono ripiani regolabili, griglie portaoggetti estraibili. E’ un ambente di lavoro e perciò ogni spazio deve essere ben sfruttato.

frigo-per-cucine-professionali

Gli utensili per una cucina professionale

Una buona cucina professionale si riconosce anche dal tipo di utensili che possiede. Non solo, un cuoco sa anche come mantenerli in perfetto stato. Lo stesso vale per tutto il resto dell’equipaggiamento. Non solo coltelli, padelle e pentole incredibilmente belle e performanti, ma anche tostapane, macinacaffè, mixer e qualsiasi altro strumento utile.

Sono oggetti che se curati nel modo giusto possono durare molti anni. Queste padelle possono condurre il calore in modo omogeneo. Nelle cucine professionali vengono disposte sul banco da lavoro solo gli attrezzi utili praticamente giornalmente, ciò che serve solo una volta ogni tanto invece, viene lasciato in disparte e usato al momento del bisogno.

Ogni cuoco poi organizza il proprio ambiente lavorativo come meglio crede, in base al suo gusto e il suo modo di cucinare.

Quanto costa una cucina professionale?

Difficile a dirsi. Molto cambia dallo spazio a disposizione che dovete arredare, dal numero di utensili, elettrodomestici, scaffalature etc di cui avete bisogno. Solo fornelli e piano da lavoro può arrivare a costare quasi 5.000€. C’è da aggiungere poi l’acquisto di un frigorifero professionale e tanti altri strumenti che fanno lievitare sempre di più questi prezzi.