Coprimuro in marmoresina: per la salvaguardare al meglio i muri esterni

0
38

La maggior parte delle persone si trova a dover fare i conti con muri o muretti esterni alle abitazioni, costantemente esposti agli agenti atmosferici. Per limitare il più possibile la necessità di effettuare manutenzioni periodiche e per preservare la valenza estetica di tali elementi, è importante prevedere la posa di una copertura di protezione.

Ma che cos’è un coprimuro? Come si evince dal termine stesso, si tratta di un prodotto deputato a proteggere le pareti o i pilastri che si trovano outdoor e che, a causa delle intemperie (sole, pioggia, grandine, neve, smog, vento), possono subire delle alterazioni o dei danneggiamenti. Di fatto, il coprimuro rappresenta un’elegante soluzione per preservare i muri esterni, soprattutto dal fenomeno dell’efflorescenza, che  in poco tempo porta ad una spiacevole alterazione estetica delle pareti.

Tipologie di coprimuro disponibili in commercio

Attualmente, è possibile contare su un’ampia scelta di materiali. Le tipologie di coprimuro più tradizionali sono quelle realizzate in pietra naturale, in calcestruzzo o in cotto. Tuttavia, ne esistono anche in PVC, klinker, EPS e graniglia. Tra le soluzioni più moderne ed all’avanguardia, si trova, invece, la marmoresina. Si tratta, in effetti, di un prodotto di ultima generazione ancora poco conosciuto, in grado di sostituire il marmo naturale.

Si ottiene impastando polveri di marmo e resine per esterno, e viene colato in apposti stampi, sottoposti a vibrazione e deprivati delle bolle d’aria, che potrebbero comprometterne le caratteristiche meccaniche. Al termine di queste operazioni il prodotto presenta la tipica forma di U rovesciata.

Dopo un periodo di stagionatura, necessario per raggiungere un grado di resistenza elevato, è possibile procedere con la lavorazione. Affidandosi a professionisti del settore, come coprimuro.net, è possibile avere tagli a 45° o pezzi tagliati a misura. Le lavorazioni devono essere effettuare rigorosamente a mano da esperti, in modo da permettere al posatore di applicare il materiale limitando gli eventuali sfridi.

Marmoresina: tutti i vantaggi

In generale,  gli agglomerati di marmo, rispetto ai marmi naturali ed ai graniti hanno una maggiore possibilità di reperimento, caratteristiche meccaniche superiori, maggiore uniformità di colore e possibilità di nuove soluzioni estetiche, dovute alla miscelazione di materiali differenti. Nello specifico i coprimuro in marmoresina hanno un’elevata duttilità, che li rende estremamente versatili.

Inoltre, possono essere realizzati in una moltitudine di colorazioni differenti, così da accontentare le esigenze del singolo. Tuttavia, l’aspetto più importante, è che, essendo sottoposti ad un trattamento specifico, non risentono dell’azione degli agenti atmosferici, preservandosi al meglio senza bisogno di particolare manutenzione. Infine, si adattano perfettamente a qualunque tipo di muro, sia per larghezza che per abbinamento estetico.

Sicuramente, prevedono una spesa maggiore rispetto a quella necessaria per l’installazione dei coprimuro tradizionali, ma le garanzie assicurate sono di certo nettamente superiori rispetto a qualunque altro materiale. La cosa migliore è porli in abbinamento con adeguati pavimenti per esterni, così da limitare il più possibile ogni tipo di intervento e godere a pieno anche degli spazi outdoor di cui dispongono le abitazioni e che, troppo spesso, vengono trascurati.



Loading...
SHARE