Consumo Lavatrice: come con Carlotta si può risparmiare un bel pò

0
1362

Lavatrice: quanto ci costi?

La lavatrice, come dicono le statistiche, è uno degli elettrodomestici che consumano di più in assoluto in casa. Questo elettrodomestico, infatti, ha di norma una potenza fra i 1850 e i 2700 W e consumi che si aggirano intorno ai 200 kWh/anno. Questo considerando una buona marca di lavatrice e una buona classe energetica, altrimenti tali consumi sono ovviamente destinati a crescere.

Se calcoliamo, quindi, quanta energia la lavatrice consuma:

  • per riscaldare l’acqua a 40-60-90 gradi,
  • per far funzionare il motore,

ci accorgiamo che è un elettrodomestico dispendioso. Il consumo della lavatrice, infatti, è dovuto in particolare all’energia necessaria per riscaldare l’acqua. Gli elettrodomestici che producono calore sono infatti quelli che consumano di più. Al consumo necessario per il processo di riscaldamento, si somma l’energia che spende il motore per funzionare, utile ad esempio per far girare il cestello.

Se consideriamo che una famiglia di 4 persone fa circa 5 lavatrici alla settimana (numero che è anche maggiore se qualcuno in famiglia pratica sport o se ci sono bambini piccoli), possiamo dire che ogni anno spendiamo 600-800 euro in lavatrici.

Nel caso del single il numero di lavatrici, in ogni caso, non cambia poi molto. Questo perché normalmente non si lasciano i panni sporchi troppi giorni ed è normale distinguere comunque fra bianchi e colorati: questo significa che più che ridurre il numero delle lavatrici, diminuisce il carico inserito al massimo.

Tutto quanto detto considera solamente l’uso dell’elettrodomestico, a cui però vanno aggiunti i costi:

  • del consumo di acqua,
  • dei prodotti per la pulizia.

La lavatrice, infatti, non si fa di certo solo con l’apparecchio elettronico! Ad ogni lavatrice tutti aggiungiamo come minimo il detersivo e l’ammorbidente. Nell’80% dei casi usiamo anche additivi di vario genere in base alle nostre abitudini e alle esigenze del caso: additivi antimacchia, antisudore, per i colori, per i bianchi. Fare il bucato, insomma, alla fine può arrivare a costare complessivamente fino a 800-1.000 euro l’anno.

Dopotutto fare a meno di questo elettrodomestico non è certo possibile: a nessuno piace avere gli abiti sporchi! La lavatrice è una necessità, quindi, così come lo è però anche il risparmio al giorno d’oggi.

La domanda che sorge spontanea a noi che siamo attenti a spegnere sempre le luci, ad utilizzare elettrodomestici a basso consumo di energia, a risparmiare in ogni modo possibile, è quindi: È possibile risparmiare sul bucato? La risposta è, la soluzione c’è ed è molto più semplice di quanto si potrebbe pensare: è associare alla lavatrice di casa un generatore di ozono per l’acqua.

Prenota la Tua Prova GRATUITA

Com’è possibile risparmiare utilizzando un ozonizzatore domestico?

L’ozonizzatore domestico è un dispositivo che si collega alla lavatrice domestica, senza bisogno di opere murarie o di un’installazione complessa. Il prodotto è la soluzione ideale per ha l’esigenza di risparmiare consumo di energia e quindi denaro. Questo grazie all’ozonizzazione, cioè all’aggiunta di ozono nell’acqua che la lavatrice utilizza per il lavaggio dei capi.

L’acqua in questo sistema di pulizia diventa l’assoluta protagonista, trasformandosi in un detergente igienizzante grazie a Carlotta che vi aggiunge una percentuale (ovviamente precisa e controllata) di ozono. L’ozono è un agente naturale sicuro, ossidante e igienizzante (elimina i contaminanti, i batteri, i virus), capace di dare ottimi risultati di pulizia profonda, eliminando le macchie e i cattivi odori donando ai capi un buon profumo di fresco.

Carlotta: il tuo ozonizzatore domestico!

Carlotta è generatore di ozono di ultima generazione da abbinare a qualunque tipo di lavatrice che sta riscuotendo enorme successo, non solo fra i privati, ma anche in hotel o dove la lavatrice si utilizza più volte al giorno. Si tratta di un prodotto di alta qualità composto da componenti e materiali solidi, sicuri, certificati destinati a durare a lungo e a mantenere inalterate nel tempo le prestazioni del prodotto. Grazie a Carlotta è possibile:

  • risparmiare, risparmiare, risparmiare: questo perché Carlotta consente di ridurre i tempi di lavaggio in lavatrice e di non dover riscaldare l’acqua. Questo vuol dire consumare meno energia con una sensibile riduzione dei costi in bolletta.
  • Se questo non bastasse, si risparmia anche sulla spesa di detersivi, ammorbidenti, additivi perché Carlotta lava e profuma i capi solo con l’ozonizzazione.
  • Si fanno di fatto anche meno lavatrici e si risparmia tempo e denaro quindi: visto che bianchi e colorati possono essere lavati a freddo insieme senza perdite alcune di colore.
  • Si risparmia sull’acquisto dei capi di abbigliamento, in un certo senso, perché con questo tipo di lavaggio, nonostante l’alta efficienza, si procede in modo molto più delicato e le cose restano belle molto più a lungo (se ne riduce l’usura).

Tutto questo ovviamente senza dover in alcun modo scendere a compromessi e senza dover abbassare le prestazioni o gli standard qualitativi. Oltre al risparmio, Carlotta ha anche il grande vantaggio di essere ecosostenibile e amica dell’ambiente, di lavare in modo sano senza che restino sui capi chimici o altre sostanze che possono favorire l’insorgenza di allergie o dermatiti.

Prenota la Tua Prova GRATUITA

SHARE