Come scegliere le vernici per interni

0
44

Il primo passo per chi vuole rinnovare la propria abitazione è ritinteggiare le pareti delle stanze. Ovviamente ci si può affidare ad un esperto per eseguire al meglio tale operazione, oppure si può ricorrere al fai da te per risparmiare. In questo caso, però, bisogna avere le idee ben chiare su quale vernice scegliere. Il passo milgiore da fare prima di affrontare un lavoro è sicuramente quello di raccogliere più informazioni possibili in rete in modo tale da avere una panoramica completa su come muoversi, ma spesso tutto ciò non è semplice in quanto bisogna stare attentia ciò che si legge ed affidarsi a siti specializzati tipo colorivernici.it ci da sicuramente delle ottime garanzie.

Diversi tipi di vernice

In commercio è possibile trovare diversi tipi di vernice. La pittura a tempera è la scelta più economica, ma al contempo meno duratura, in quanto si sfalda con facilità. Di solito si rivela essere la scelta più adeguata per zone non molto visitate, come le cantine oppure i ripostigli.

La pittura acrilica è molto utilizzata, in quanto si asciuga facilmente e dura a lungo. Con questo tipo di vernice è assicurata una coprenza perfetta di quasi tutte le tipologie di parete, e si mantengono pulite facilmente.  Una tipologia di vernice acrilica è lo smalto. Si tratta di una pittura con finitura lucida oppure satinata. Lo smalto, inoltre, può essere idrorepellente oppure lavabile. Proprio per queste caratteristiche, è ideale per verniciare le pareti dei bagni oppure della cucina.

L’idropittura, invece, è una scelta che apporta benefici a lungo periodo. Infatti, anche se ha un costo più elevato rispetto ad altre tipologie di vernici per pareti, è più resistente. Come si può intuire facilmente dal nome, si può pulire in modo facile e veloce con l’ausilio di un semplice panno umido. Inoltre può avere caratteristiche traspiranti e termoisolanti. Alcuni tipi di idropittura hanno anche proprietà antimuffa: combatte i batteri responsabili del problema attraverso delle microsfere.  Si può quindi consigliare tale tipo di vernice per i bagni oppure per le stanze dei bambini che necessitano un ambiente salubre.

 Quale colore scegliere per le pareti?

Una volta scelto il tipo di vernice che si intende utilizzare nella propria abitazione (oppure più vernici, a seconda delle stanze) bisogna spostare l’attenzione sul colore. Per le aree meno luminose, generalmente posizionate al nord, si consigliano colori caldi ma chiari. Al contrario, se la zona è ben illuminata dall’esposizione ai raggi solari, è possibile optare per colori più freddi e scuri.

Solitamente si tende ad utilizzare il bianco per tinteggiare le stanze, con degli sprazi di colore su alcune pareti. Tale soluzione è da preferirsi per dare un senso di apertura della stanza, per ingrandire gli ambienti piccoli. Però, al contempo, le pareti verniciate di bianco tendono a sporcarsi. Come ovviare al problema? Esistono delle pitture ad alta resistenza alle macchie, create attraverso studi innovativi. Sicuramente hanno un costo maggiore rispetto alle classiche pitture, ma in caso si voglia optare per il bianco ed ottenere un risultato soddisfacente e duraturo è necessario investire più soldi.

In alternativa al “bianco ottico” ci si può orientare sul color crema, sul beige, l’avorio, il tortora chiaro, il miele. Tutte tonalità molto chiare e luminose ma più facilmente “gestibili” rispetto al bianco puro.

Come tinteggiare la stanza del bambino

E se invece bisogna tinteggiare la stanza di un bambino? Solitamente si opta per il rosa per le femminucce ed il celeste per i maschietti. Però, tali colori, vanno cambiati quando i bambini sono più grandicelli, in quanto stufano ed affaticano la vista. Per questo è necessario scegliere già dal principio un colore più soft e neutro, magari giocare con le tonalità pastello come il verde pisello, il lilla, il color canarino. In questo modo si può donare un senso di tranquillità e di pacatezza all’ambiente.

In una stanza per bambini, come già detto, è anche necessario adottare tutte le misure necessarie affinchè l’ambiente sia salubre, a cominciare dalla vernice che deve essere naturale, traspirante e facilmente lavabile.


Loading...

SHARE