Arredare casa: sei idee originali per ogni ambiente

0
46

Arredare una casa nuova o affrontare una ristrutturazione rappresenta sempre una grossa sfida, sia per la portata complessiva del progetto sia per gli ampi margini di errore. Il modo migliore per evitare scelte di cui pentirsi a lavori compiuti è quella di affidarsi ad un interior designer che possa stilare un progetto, sviluppare un rendering foto realistico e, qualora sia necessario, apportare modifiche al prospetto. Affinché il risultato finale sia soddisfacente non bisogna comunque rinunciare alla possibilità di esprimere il proprio gusto personale né alla scelta di uno stile ben preciso. Le possibilità, in tal senso, non mancano di certo: di seguito, vediamo dieci idee di design e arredo originali che saranno anche tra le principali tendenze di interior design del prossimo anno.

Arredi e complementi in stile vintage

Sara Hillery, designer di Next Wave, ha spiegato ad housebeautiful.com come la carenza di forniture nelle catene di distribuzione e il crescente focus sull’ambiente alimenteranno la celebrazione dell’esemplare unico. Di conseguenza, il ricorso ad oggetti di arredo vintage sarà un trend caratteristico del prossimo anno, non solo perché rappresenta una scelta ‘green’, in quanto consente di riutilizzare oggetti di recupero, ma anche un valore aggiunto per l’arredo, merito dei complessi dettagli che li contraddistinguono e che sarebbe troppo costoso riprodurre ex novo. La patina tipica degli articoli vintage, sottolinea ancora la Hillery, rappresenta non solo un tratto distintivo ma anche “il rispetto e l’amore per la storia ed il passato”.

Dettagli in stile giapponese

Gli arredi eleganti e minimalisti ispirati alla tradizione orientale sono molto in voga negli ultimi anni; colori caldi e tenui, materiali naturali, ambienti spaziosi e luminosi caratterizzano questo tipo di interior design. Per personalizzarlo è possibile aggiungere dettagli e complementi d’arredo in stile giapponese, dalle riproduzioni di stampe e calligrafie, agli arazzi e le lanterne, fino alle bambole kokeshi, reperibili online (su un e-commerce specializzato come Takumiya) oppure nei negozi di oggettistica orientale.

Materiali naturali e luce naturale nella zona living

Il rifiuto per la ‘fast fashion’, abbinato ad un approccio più consapevole all’interior design, è alla base del crescente apprezzamento per i materiali naturali nell’arredo dei salotti e dell’area living. Per creare un’atmosfera rilassante, si potrà abbinare il legno alla pietra naturale, all’interno di un ambiente multifunzionale e a pianta aperta, inondato di luce naturale. Stephen Brockman, di Deborah Berke Partners, sottolinea come le ampie finestre e i tetti alti sono fondamentali in tal senso: l’illuminazione naturale allevia lo stress rendendo gli spazi più confortevoli e rilassanti, una prerogativa essenziale in un periodo storico in cui si trascorre in casa tendenzialmente più tempo rispetto a quanto accadeva in passato.

Aggiungere (tante) piante da interno

Le piante da interno sono un’ottima soluzione per inserire un tocco di verde in ogni ambiente della casa: possono essere collocate in bagno, in cucina e finanche in salotto. Rendono i locali più vivaci e salubri, migliorano il comfort e la qualità dell’aria.

Il minibar in salotto

Soluzione ‘figlia’ dei periodi di lockdown, il minibar in salotto – o nella zona living – sarà uno dei principali trend del 2022. Naturalmente, la qualità delle finiture e dell’installazione complessiva dipende dal tipo di casa; in quelle più grandi e lussuose possono trovare posto mobili bar a parete eleganti e raffinati mentre nella abitazioni comuni si può optare anche per un sobrio e funzionale angolo bar.

Tessuti strutturati

Un altro elemento utile a personalizzare gli arredi sono i tessuti strutturati (o “texturizzati”); secondo Julia Longchamps potrebbe essere un’altra di un lungo periodo trascorso principalmente tra le mura domestiche, a seguito del quale è aumentata la voglia di circondarsi di tessuti accoglienti e confortevoli. Tra questi, i più gettonati saranno il velluto, il pile e il bouclè, assieme alle frange sulla tappezzeria di sedie, divani e ottomane.