Sicurezza domestica: addio agli impianti gas, sì all’induzione

0
296

L’Italia in determinate cose, purtroppo, rimane ancora un fanalino di coda rispetto agli altri Paesi europei. Una di queste è l’adozione del piano a induzione rispetto ai sistemi a gas, meno sicuri ed efficienti sia dal punto di vista funzionale che energetico. All’estero si parla, infatti, di un buon 65% di abitazioni moderne con questo tipo di sistema, da cui l’Italia è ancora ben lontana.

Le abitazioni, per esempio in Francia, sono praticamente tutte elettrificate, dal riscaldamento, allo scaldabagno, al piano cottura. L’allacciamento alla rete gas è stato, quindi, praticamente messo da parte. Questo si traduce in bollette molto leggere per le famiglie, anche grazie a fonti rinnovabili installate nelle abitazioni. La questione dell’induzione, tuttavia, non ha a che vedere solo con il risparmio economico, ma anche con la sicurezza, fattore anche più importante.

Fortunatamente negli ultimi tempi, comunque, qualcosa sta cambiando anche nel nostro Bel Paese, a partire da centri abitativi più lungimiranti e moderni come Milano. È qui, infatti, che si stanno costruendo case passive e immobili intelligenti, sicuri, sostenibili, a risparmio energetico in cui sono adottati esclusivamente impianti a induzione. Un classico esempio di casa domotica intelligente è quella di Residenza del Futuro, che rappresenta la casa tecnologica per eccellenza oggi.

Residenza del Futuro: piani a induzione, ma non solo

Dopo l’Open day dei giorni scorsi, alcuni degli appartamenti di Residenza del Futuro sono stati finalmente resi visitabili. All’interno delle abitazioni sono presenti essenzialmente piani a induzione, questo è dimostrazione che l’ottica con cui si è svolta la costruzione di queste soluzioni abitative è quella di ottenere un immobile che non solo risponda alle massime esigenze di comfort, ma anche a quelle di sostenibilità e di sicurezza domestica per le persone.

Non è un caso si tratta di edifici Nzeb, cioè Near Zero Energy Buildings, quindi capaci di avere un bilancio di energia prodotta e consumata pari a circa zero, e se prevede sistemi a risparmio energetico, combinati con i migliori impianti di sicurezza a 360°. Questi vantaggi in termini di comfort e sostenibilità si affiancano, in queste case intelligenti, a risparmio economico, tanto che si parla di case che “si pagano da sole” (senza contare i vantaggi che si sommano se si sfrutta il bonus acquisto prima casa).

Oltre a tutti questi elementi, che già sarebbero sufficienti a capire che si tratta di abitazioni d’eccellenza, si aggiunge il fatto che si tratta di case in vendita Magenta, quindi appena fuori dal caos cittadino, soprattutto del nord milanese, ma abbastanza vicino a tutti i servizi di una città moderna (a 20 minuti).

Perché è così importante avere un piano a induzione

Perché un brand innovativo come Residenza al Futuro ha puntato sui piani a induzione? Perché questa soluzione è impiegata nella maggior parte delle abitazioni in Europa? I vantaggi e i motivi per cui è stata fatta questa scelta sono diversi. Innanzitutto l’alimentazione è elettrica, quindi permettono di generare calore senza dispersione, in modo uniforme e secondo la temperatura precisa desiderata, con una resa al 90%.

Oltre a questo funzionano in modo molto più efficiente rispetto ai piani a gas, infatti il tempo di riscaldamento è minore. Dopo l’utilizzo il piano di vetroceramica è freddo, quindi sicuro anche per i bambini, e si pulisce in modo molto rapido. Utilizzare il piano a induzione, va ricordato, permette di non bruciare ossigeno e garantisce la sicurezza elettrica in casa.


SHARE