Ristrutturazione bagno: gli interventi ed i costi da considerare

0
50

Quando si decide che è arrivato il momento di ristrutturare il bagno, vuoi perché i sanitari risultano ormai troppo datati e rovinati, vuoi perché l’impianto idraulico deve essere rinnovato per evitare perdite o altri spiacevoli imprevisti, bisogna considerare diversi aspetti. La ristrutturazione del bagno è un’operazione solitamente costosa e proprio per questa ragione vale sempre la pena prendersi il proprio tempo per confrontare i vari preventivi e per capire quali siano gli interventi effettivamente necessari.

Rinnovare in toto l’impianto idraulico, per esempio, non è sempre indispensabile e visto che comporta una spesa non da poco conviene sempre chiedersi se ne valga la pena! Se non si è degli esperti del settore però potrebbe essere complicato capire come muoversi quindi oggi vi diamo alcuni consigli per non commettere errori ed evitare di spendere più del dovuto.

Gli interventi previsti in una ristrutturazione completa

Per una ristrutturazione completa del bagno, gli interventi da mettere in preventivo sono diversi ma non è sempre detto che siano tutti necessari. In alcuni rari casi può capitare che l’impianto idrico sia in ottimo stato e quindi non sia per forza da rimettere a nuovo. Il costo per ristrutturare un bagno completo dipende dagli interventi che devono essere effettuati.

Conviene quindi chiedere un sopralluogo, informarsi sull’età dell’abitazione e dei vari impianti e prendersi il tempo per capire quali siano gli interventi davvero indispensabili. Va detto però che nel corso di una ristrutturazione potrebbe essere conveniente fare tutto, perché una volta che i lavori saranno terminati non ci si dovrà più mettere mano per diversi anni. Affidarsi alle persone giuste è quindi fondamentale, per ottenere consigli esperti ed onesti.

Gli interventi da mettere in preventivo per una ristrutturazione completa sono i seguenti:

  • Opere di demolizione. Solitamente quando si ristruttura un bagno si cambiano anche le piastrelle, la pavimentazione e via dicendo. Bisogna quindi affidarsi ad un muratore che provvede alla demolizione anche del massetto qualora si dovesse rinnovare l’impianto idraulico.
  • Sostituzione dell’impianto idrico. Come abbiamo già accennato, la sostituzione dell’impianto idrico non è sempre necessaria ma nella stragrande maggioranza dei casi è caldamente raccomandata. Questo perché, anche se le tubature sono ancora in buono stato, se vecchie potrebbe danneggiarsi nel giro di qualche anno e non sarebbe certo conveniente intervenire nuovamente. Il rinnovamento dell’impianto idrico è un’operazione molto delicata, quindi bisogna trovare un idraulico affidabile e serio perché un minimo errore o un’imprecisione potrebbe costarci molto caro. In caso di perdite, l’acqua rischia di danneggiare qualsiasi cosa e non è mai piacevole!
  • Rifacimento del massetto. Se si rinnova l’impianto idrico, bisognerà anche rifare il massetto. Questa è un’operazione piuttosto veloce e generalmente se ne occupa il muratore, gettando il cemento e assicurandosi che sia perfettamente livellato.
  • Posa in opera delle piastrelle e dei sanitari. L’ultimo intervento da effettuare per una ristrutturazione del bagno completa è la posa in opera delle piastrelle e dei sanitari. In questo caso bisogna affidarsi ad un professionista molto bravo perché si tratta di un lavoro di precisione. Meglio quindi non sottovalutare questo aspetto perché un lavoro fatto male potrebbe compromettere il risultato finale.
SHARE