Pavimenti in cotto fatto a mano: vantaggi, prezzi e tutto quello che c’è da sapere

0
127

I pavimenti in cotto sono tuttora molto apprezzati ed amati, perché si adattano perfettamente non solo alle abitazioni dominate da un fascino antico ma anche a quelle più moderne, arredate secondo il gusto contemporaneo. Realizzati con una materia prima naturale al 100%, i pavimenti in cotto rientrano nella tradizione italiana e ne costituiscono una fonde di orgoglio da moltissimi anni, ma dobbiamo prestare attenzione.

Al giorno d’oggi purtroppo si trovano spesso prodotti di bassa qualità, realizzati in Cina, in Bangladesh o in Romania. Questi non hanno nulla a che vedere con il vero cotto italiano, né per quanto riguarda la materia prima né per il tipo di lavorazione che viene effettuata! È quindi sempre meglio rivolgersi ad artigiani professionisti, che siano in grado di offrirci una certa scelta per selezionare al meglio gli elementi che costituiranno i propri pavimenti in cotto fatto a mano originali.

I vantaggi del cotto fatto a mano

I veri pavimenti in cotto sono realizzati a mano e prevedono una serie di lavorazioni molto complesse e laboriose. Un artigiano professionista saprà indicarvi le caratteristiche specifiche di questo rivestimento, ma senza dubbio i vantaggi sono diversi. Certo, un pavimento in cotto fatto a mano probabilmente vi costerà di più rispetto ad un laminato o ad un gres porcellanato ma questi materiali non sono nemmeno lontanamente paragonabili. La resa estetica del vero cotto italiano è insuperabile ed oggi è possibile ottenere diverse finiture, che si adattano alla perfezione a qualsiasi ambiente della casa, dal più classico a quello più moderno.

Un altro vantaggio di questo materiale è la sua resistenza: un pavimento in cotto è adatto sia agli ambienti interni che a quelli esterni perché non rischia di rovinarsi se esposto alle intemperie: a conferma di ciò, le migliori fornaci posseggono la certificazione di gelività (chiamata anche ingelività) che conferma la resistenza del materiale a fenomeni atmosferici avversi. L’argilla, dopo il processo di lavorazione specifico che viene effettuato, diventa particolarmente dura e questo rende il cotto un materiale molto resistente anche agli urti oltre che all’umidità.

Quanto costa un pavimento in cotto fatto a mano?

I pavimenti realizzati in cotto fatto a mano hanno un costo superiore ad altri rivestimenti e questo spesso scoraggia chi si trova a sceglierli. Tuttavia, è bene ricordare che il pavimento non è una cosa che si cambia facilmente: è destinato a durare per decenni e conviene sempre evitare materiali che con il tempo rischiano di rovinarsi. A conti fatti, considerando l’usura e altri fattori, possiamo dire che un pavimento in cotto non è esageratamente costoso.

Bisogna però sempre diffidare da coloro che propongono prezzi troppo economici: il vero cotto italiano, dalla resa estetica impareggiabile, ha un costo proporzionato alla lavorazione e alla qualità della materia prima. Conviene quindi rivolgersi sempre ad artigiani professionisti, quelli che lavorano come si faceva una volta, seguendo la tradizione e che sono in grado di garantire il massimo. Esistono poi diverse soluzioni, in base al tipo di lavorazione, quindi è difficile fare una stima di quanto andrete a spendere.

Una cosa però è certa. Non ha senso acquistare un pavimento in cotto non italiano: la qualità della materia prima è fondamentale perché altrimenti si perdono tutti i vantaggi di questa soluzione!


SHARE