Guida alla scelta della caldaia perfetta

0
180

Sostituire la caldaia di casa non è mai semplice e anzi, in alcuni casi potrebbe rivelarsi una vera e propria impresa! Questo apparecchio è presente oggi sul mercato in varie tipologie, che sfruttano tecnologie differenti e da questo derivano una serie di caratteristiche specifiche. Se consideriamo che sostituire la caldaia comporta dei costi non indifferenti, vale la pena informarsi bene prima di acquistare un nuovo modello. Resistere alla tentazione di optare per la caldaia meno costosa è importante, perché come vedremo tra poco bisogna considerare anche i consumi energetici di questi apparecchi. In sostanza, scegliere una caldaia tradizionale a gas significa spendere tantissimo per il riscaldamento della casa. Al contrario, un modello con una tecnologia più efficiente ci permetterebbe di risparmiare in modo notevole sui consumi.

Oggi vediamo quali sono le differenze tra le varie tipologie di caldaia, in modo da scegliere quella più adatta e non rischiare di sbagliare.

Tipologie di caldaia: tradizionale, a condensazione o a pompa di calore?

Ad oggi sul mercato possiamo trovare tre tipologie di caldaie: le caldaie tradizionali a gas, le caldaie a condensazione e quelle a pompa di calore, che sfruttano una tecnologia completamente diversa.

Caldaia tradizionale a gas

Dal 2015 in Italia è vietato vendere caldaie tradizionali a gas, perché rispetto a quelle a condensazione comportano un consumo eccessivo di combustibile e quindi un elevato livello di inquinamento. Bisogna specificare però che questo tipo di caldaia si può ancora trovare nei negozi, perché in particolari casi rappresentano l’unica soluzione possibile e parliamo delle ramificazioni condominiali. Ad ogni modo, salvo queste eccezioni, è meglio lasciare perdere le caldaie tradizionali a gas perché comportano un consumo esagerato rispetto ai modelli più innovativi.

Caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione consentono di risparmiare notevolmente sui consumi perché recuperano il calore latente dei fumi di scarico, che nei modelli tradizionali viene invece disperso. In questo modo possiamo risparmiare fino al 35% sui consumi energetici e fare del bene all’ambiente perché le emissioni di CO2 sono di gran lunga inferiori. Si tratta di una soluzione ideale specialmente per chi vive in zone molto fredde e ha un impianto di riscaldamento a pannelli radianti (i comuni termosifoni).

Caldaia a pompa di calore

Le caldaie a pompa di calore sfruttano una tecnologia completamente differente: prendono l’energia esterna dall’aria e la utilizzano per scaldare l’acqua dei tubi dell’impianto di riscaldamento. Inoltre permettono sia di riscaldare che di rinfrescare l’ambiente, ma hanno dei costi iniziali più elevati. Le caldaie a pompa di calore sono la soluzione perfetta per chi vive in zone miti e ha un sistema di riscaldamento a pavimento.

Quale caldaia scegliere e dove acquistarla?

La scelta della caldaia deve essere fatta sulla base delle proprie esigenze e condizioni, ma c’è un aspetto che non bisogna mai sottovalutare. Questi apparecchi si trovano anche in versioni economiche ma non c’è mai troppo da fidarsi. Conviene sempre optare per i migliori marchi come Baxi, Beretta e Vaillant che si possono trovare anche online su un portale come Desivero e garantiscono prestazioni eccellenti e lunga durata nel tempo.


SHARE