Ficus Benjamin: come coltivarlo e quali sono le malattie più comuni

0
344
Ficus-Benjamin

Il Ficus Benjamin è una pianta molto resistente, originaria delle zone tropicali dell’Asia e dell’Australia. Il suo tronco caratteristico è molto apprezzato, così come il resto della pianta che anche qui in Italia è ormai assai diffusa. Perfetto per decorare gli ambienti interni della casa, il Ficus Benjamin può regalare grandissime soddisfazioni ma richiede alcune attenzioni. Si tratta infatti, come abbiamo visto, di una pianta tropicale e quindi ha bisogno di parecchia umidità: come vedremo, con qualche piccolo accorgimento è possibile ricreare l’ambiente perfetto per il ficus anche in casa. 

Il Ficus Benjamin può crescere anche moltissimo: naturalmente tutto dipende dal vaso che scegliamo per la nostra pianta e se questo rimarrà di dimensioni contenute possiamo stare tranquilli perchè anche il nostro ficus crescerà fino ad un certo punto, per poi fermarsi.

Come coltivare il Ficus Benjamin

Prendersi cura del Ficus Benjamin non è difficile: è anche per questo motivo che la pianta è molto diffusa nelle case degli italiani. Gli unici aspetti a cui prestare attenzione sono le condizioni ambientali e quindi l’umidità e le irrigazioni. Per il resto non dovrete preoccuparvene troppo: il ficus vi regalerà tantissime soddisfazioni senza che ve ne accorgiate!

Come ricreare l’umidità perfetta per il ficus

Argilla-espansaPer ricreare l’ambiente umido perfetto per il vostro ficus vi diamo un consiglio: procuratevi due sottovasi di dimensioni diverse e un po’ di argilla espansa. Non dovete fare altro che mettere il sottovaso più piccolo, capovolto, all’interno del sottovaso più grande: in questo modo si formerà una specie di fossato esterno. Riempite quindi questo spazio con l’argilla espansa e l’acqua, quindi posizionate il vaso con la pianta al centro. Naturalmente, poggiando sul sottovaso capovolto, il vaso non entrerà in contatto con l’acqua e va bene così perchè l’importante è che il Ficus riceva la giusta e continua umidità, senza essere immerso nell’acqua.

Questa operazione non sostituisce le irrigazioni: il terriccio del Ficus Benjamin deve sempre essere umido quindi preoccupatevi di non farlo asciugare mai troppo!

Dove collocare il Ficus Benjamin

Il ficus ha bisogno di molta luce, quindi collocate la pianta in una zona della casa molto luminosa ma al tempo stesso lontana da correnti d’aria e anche da fonti di calore. State attenti ai termosifoni perchè sono deleteri per il Ficus: assicuratevi che non siano troppo vicini alla pianta perchè rischia di soffrire parecchio!

Ficus Benjamin: malattie e problemi della pianta

Ficus-BenjaminIl ficus potrebbe avere diversi problemi, ma sono quasi sempre tutti risolvibili quindi non datevi per vinti se vedete qualche segno di malessere. Uno dei problemi più ricorrenti del ficus è che spesso inizia a perdere le foglie, che diventano gialle e poi si staccano dalla pianta fino a renderla spoglia. Se vedete che le foglie iniziano ad ingiallirsi, significa che il ficus non riceve abbastanza umidità e l’ambiente è troppo secco: controllate che non sia vicino ad un termosifone e assicuratevi che riceva l’umidità attraverso l’argilla espansa. Nebulizzate inoltre le foglie con l’acqua, in modo da mantenerle sempre idratate e assicurare il giusto grado di umidità anche a queste.

Ti potrebbe interessare anche…